7 ottobre 2016

Giornata Europea della Cooperazione

La Giornata Europea della Cooperazione (European Cooperation Day) è stata celebrata il 21 settembre 2016 per il quinto anno consecutivo in tutto il territorio Europeo con oltre 80 manifestazioni ed eventi organizzati anche nelle settimane precedenti e successive alla giornata.

L’iniziativa organizzata dalla Commissione Europea e da tutti i Programmi Interreg , ha lo scopo di condividere i risultati raggiunti con l’attuazione dei progetti di cooperazione., promuovere la cooperazione territoriale e mettere in evidenza i risultati ottenuti nei confronti dei cittadini europei e non solo.

Anche il Programma di Cooperazione Interreg V-A Italia Svizzera il 21 settembre ha condiviso l’iniziativa organizzando a Porto Ceresio (VA) e sul Lago di Lugano, un evento che ha coinvolto oltre 150 persone.

La mattina il “Battello della Cooperazione” ha attraversato il Lago di Lugano toccando i comuni italiani e svizzeri lacustri da Lugano a Porto Ceresio con a bordo i rappresentanti istituzionali dei due paesi, i sindaci e i rappresentanti del Programma italiani e svizzeri.

Durante la navigazione l’Autorità di Gestione ha illustrato il significato della Giornata della Cooperazione, presentando i dati sullo stato di attuazione del programma e delle adesioni alla Manifestazione di Interesse. Una guida esperta ha poi illustrato il significato storico – culturale e architettonico dell’area di cooperazione.

Nel pomeriggio, si è svolta alle Scuole elementari Enrico Fermi di Porto Ceresio, la “Gara della Cooperazione” che ha visto confrontarsi ragazzi italiani e svizzeri della scuola di canottaggio in una staffetta a “remoergometri”: sotto il tifo incessante di oltre ottanta bambini delle classi terze e quarte la squadra svizzera ha battuto l’italiana sul filo di ½ minuto di distacco.

La parte più intensa della Giornata è stato l’evento con i bambini delle scuole elementari e il grande pubblico: la costruzione da parte di ottanta bambini del “Ponte della Cooperazione”: da un muro blu e giallo i bambini hanno tolto a turno i mattoncini gialli sostituendoli con una frase scritta dai bambini sul “valore della cooperazione”.  Uno splendido “Ponte della Cooperazione” è emerso dal muro iniziale raccontando attraverso i loro pensieri come i bambini sentano profondamente come i confini non possano essere considerati dei limiti per i cittadini europei e non.

 

Photogallery